stephen king, la torre nera, medio mondo, roland, eddie, susannah, jake, oy"La Torre Nera" è l'opera più grande, lunga e bella della carriera di Stephen King. Quest'opera, questa saga, ha accompagnato King per quasi tutta la sua carriera. Dalla pubblicazione del primo volume, "L'ultimo Cavaliere", all'ultimo, "La Torre Nera", sono passati ben 32 anni. In questi anni King ha dato alla luce numerosi romanzi e racconti, ma la Torre era sempre nella sua mente, tanto che si possono trovare continui riferimenti ad essa nei suoi altri scritti. Infatti, benchè "La Torre Nera" sia ufficialmente composta da 8 libri, in realtà si può dire che l'intera saga sia costituita da un gran numero di opere del maestro. In essa, King mescola alla perfezione diversi generi: si va dall'horror al fantasy, dalla fantascienza al western.

Ad ispirare King è stata una poesia, "Chile Roland alla Torre Nera Giunse", scritta da Robert Browning nel 1855 (qui potete leggerla per intero). Inoltre, come lo stesso King ci dice, la sua fonte di ispirazione primaria è stata "Il Signore Degli Anelli" di Tolkien, nonchè "The Waste Land" di Thomas Eliot e "Il buono, il brutto, il cattivo", film diretto da Sergio Leone.

In queste pagine analizzeremo quella che in molti hanno definito la "magnus opum" di Stephen King.


ROMANZI E FUMETTI

TRAMA

PERSONAGGI  PRINCIPALI

INTERRELAZIONI TRA LA TORRE NERA E LE ALTRE OPERE DI KING

LA GEOGRAFIA DEL MONDO DELLA TORRE

ESPRESSSIONI TIPICHE DEL MEDIO-MONDO


ROMANZI E FUMETTI

 

Come detto in precedenza, sono otto i libri che costituiscono la saga de "La Torre Nera". Cliccando sulle opere potrete accedere alle schede dettagliate del libro.

 

Nell'ottobre del 2005 King firma per la Marvel Comics una trasposizione a fumetti della serie “La torre nera intitolata “La nascita del pistolero. La serie viene diretta da Robin Furth, illustrata da Jae Lee  e con dialoghi di Peter David. Successivamente, la vengono pubblicati anche altri fumetti,  che non ricalcano la storia presente nei libri, ma narrano tutto ciò che c'è nel passato di Roland. Di seguito, i fumetti finora pubblicati:

 


TRAMA

«L'uomo in nero fuggì nel deserto e il pistolero lo seguì»

Con questa frase ha inizio l'immensa avventura di Roland Deschain (e dello stesso King), ultimo esponente dell'ordine dei pistoleri.

In un mondo che è "andato avanti", Roland ha una missiona, un'unica ragione di vita: trovare la Torre Nera, il fulcro dell'intero universo, impedendone la distruzione.

Il mondo di Roland è molto diverso dal nostro, un mondo parallelo in cui però si possono trovare diverse similitudini con il vecchio west americano. A rendere quel mondo ancora più strano e mistorioso, la presenza di reperti appartenenti ad una civiltà precedente, gli Antichi: reperti ultratecnologici, la maggior parte dei quali ormai non funzionanti.
Più volte ricorre nell'opera l'espressione "il mondo è andato avanti", spesso pronunciata dallo stesso Roland. Ed infatti il mondo del pistolero è andato avanti, subendo imponenti sconvolgimenti e forti modificazioni. Non solo si possono notare i segni di conflitti epocali, ma addirittura il Sole stesso a volte «sorge a Nord e tramonta ad Est». Anche il tempo è influenzato da tali sconvolgimenti, al punto tale che a volte scorre più in fretta e a volte scorre più lentamente. Presto si scoprirà che tutti gli stravolgimenti nel mondo del pistolero, sono strettamente dipendenti dal progressivo indebolimento della Torre Nera.

Nel corso della storia, Roland costuituirà il suo Ka-Tet di pistoleri, reclutandone i membri nel nostro mondo, in tempi diversi: Eddie Dean dalla New York del 1987, Susannah Holmes dalla New York del 1964 e Jake Chambers dalla New York del 1977. I quattro, accompagnati dal bimbolo Oy, quinto elemento del Ka-Tet, si mettono quindi in marcia verso la Torre Nera, seguendo il sentiero del Vettore. Vivranno molte avventure, avvincenti, commoventi, emozionanti, passando da un mondo all'altro, da una dimensione all'altra, da un tempo all'altro, combattendo le malvage forze del terribile Re Rosso.

Nel loro cuore e nella loro mente un unico obiettivo: trovare e proteggere la Torre Nera, prima di incamminarsi sul sentiero in fondo alla radura.


PERSONAGGI PRINCIPALI

Di seguito troverete le biografie dei personaggi principali della saga de "La Torre Nera". ATTENZIONE!! Alcune biografie possono svelare parti importanti della trama, leggete a Vostra discrezione!

Ka-Tet
 Roland Deschain Edward Cantor "Eddie" Dean Susannah Odetta Holmes Dean John "Jake" Chambers Oy del Medio-Mondo 

Cuthbert Allgood Alain Johns Jamie De Curry

Padre Donald Frank Callahan

 

Le Forze del Caos
Il Re Rosso Randall Flagg John Farson Mordred Deschain

Rhea del Cöos Eldred Jonas Mia

 

Alleati del Ka-Tet

 


INTERRELAZIONI CON LE ALTRE OPERE DI KING

La maggior parte della produzione di King continiene riferimenti alla "Torre Nera". Luoghi, eventi, personaggi che si rincontrano in diverse storie. Di seguito verranno riportate tutte le opere che hanno una relazione con la saga. Ovviamente, piccole citazioni o cammeo sono presenti in un numerosi altri libri, ma questi sono quelli che rivestono una maggiore importanza.

 

 

stephen king, le notti di salem, romanzoLe Notti di Salem
Padre Callahan, il prete della cittadina Salem's Lot, è uno dei principali personaggi della saga de "La Torre Nera". Compare per la prima volta nel quinto volume, "I Lupi Del Calla" e si unisce al Ka-Tet di Roland aiutandoli nella loro ricerca.

 

 

  

 

 

stephen king, l'ombra dello scorpione, romanzoL'Ombra Dello Scorpione
Nel quinto volume, "La Sfera Del Buio", il Ka-Tet di Roland arriva nella città di Topeka, nel Kansas. Questa Topeka però è in un mondo in cui gli esseri umani sono stati spazzati via quasi totalmente da una superinfluenza. Inoltre, l'antagonista principale de "L?ombra dello Scorpione" è Randall Flagg, uno dei personaggi principali della saga, nonchè nemico di Roland sin dalle prime pagine.

 

  

 

 

stephen king, il talismano, romanzostephen king, peter straub, romanzo, la casa del buioIl Talismano / La Casa Del Buio
In entrambe le opere sono fortissimi e numerosi i richiami al mondo di Roland. Nel primo, Jack viaggiante approda in quelli che lui chiama "Territori", che altro non è che il Medio-Mondo. Viene inoltre introddo il concetto di Gemellante e lo stesso Svelto Parker dice di essere un pistolero. Nel Seocndo libro, i riferimenti sono molto più espliciti. Jack, infatti, è chiamato a ritrovare un bambino rapito che si rivelerà essere un potente frangitore, fortemente voluto dal Re Rosso.

 

 

 

 

stephen king, it, romanzoIT
Sia in Pennywise, sia nel Re Rosso troviamo il concetto di lue dei defunti. Inolter, sono innegabili le somiglienze tra Dandelo e It. Entrambi, infatti, hanno come maggior nutrimento le emozioniumane, specie quelle di paura. Lo stesso King, pur smentendo le voci che vogliono che i due siano in realtà lo stesso essere, ammette che probabilmente appartengono alla stesse specie. Durante la battaglia finale, e nel flashback riguardante il precedente scontro dei protagonisti contro It, viene citata La Tartaruga, un guardiano in grado di contrastare i poteri del mostro. Durante il secondo scontro si apprende che La Tartaruga è morta. Il suo simbolo appare anche diverse volte nel corso della storia.
Inoltre in un discorso di Stan si fa un preciso riferimento ad un universo parallelo in cui è presente la figura della "rosa che canta". L'affermazione sulle rose capaci di cantare è un chiaro riferimento alla rosa che si trova nel lotto di terreno nella serie de La torre nera e il fatto che gli universi sono collegati tra loro.
Infine, nella casa di Dutch Hill e in quella di Neibold Strett è presente la stessa carta da parati, in cui si possono vedere folletti saltellanti con sorrisetti maliziosi.

 

stephen king, insomnia, romanzoInsomnia
In questo libro troviamo un bambino dalle grandi doti artistiche, che disegna paesaggi appartenenti al mondo di Roland, nonchè il pistolero stesso di fronte alla Torre, sotto gli occhi del Re Rosso. Questo bambino è Patrick Danville.
Atropo, uno delle tre parche, cita espressamente il Re Rosso.
Ed Deepneau e Aaron Deepneau sono presenti su due livelli differenti della Torre.
Un gruppo di studiosi formati dalla Tet-Corporation, sosiene che Insmnia sia la chiave di volta per la Torre Nera. La stessa copertina simboleggia la lotta tra il bene (bianco) e il male (rosso).

 

 

stephen king, i vendicatori, richard bachman, romanzostephen king, desperation, romanzoI Vendicatori
Il posto immaginario in cui Audrey Wyler prende Seth per sfuggire da Tak è simile all'abilità mostrata da MIa di viaggiare nel castello dell'Abisso, così come quella di Susannah di andare nel dogan della sua mente.

 

Desperation

Molto probabilmente Tak è  ua creatura ceh proviene dallo spazio tra gli universi. Inoltre, lui stesso nomina i Can-Toi, altro nome degli Uomini Bassi.

   

stephen king, rose madder, romanzoRose Madder
Alla fine del libro "La canzone di Susannah", Stephen King dice che il romanzo Rose Madder è stato scritto sotto l'influenza della Torre Nera.
Inoltre, il personaggio della stori, Durcas, mostra di avere familiarità con la geografia del Medio-Mondo: menziona infatti Lud e parla del Ka.

 

  

  

stephen king, gli occhi del drago, romanzoGli occhi del drago
Nel libro è presente il mago Randall Flagg. INoltre, nel secondo e nel quarto volume della saga, fanno delle brevi aparizioni i personaggi Thomas e Dannis.

 

 

  

 

 

stephen king, mucchio d'ossa, romanzoMucchio d'Ossa
Sembra esserci una stretta relazione tra la Sara Laughs di Mike Noonan e Cara Laughs presente ne La Torre Nera.

 

 

 

 

 

 

 

 

stephen king, buik 8, romanzo

 

Buick 8
Il precedente proprietario della buick protagonista della storia è con tutta probabilità un Uomo Basso. Essa, inoltre, è un portale dal quale possono fuoriuscire le creature di universi diversi.

 

 

 

 

 

stephen king, scheletri, romanziScheletri
a relazione più immediata con La Torre Nera è data dal racconto "La Nebbia", in cui a causa di un progetto viene creata una"sottilità", un buco spazio/temporale tra il nostro mondo e lo spazio oscuro tra gli universi, dal quale fuoriescono creature mostruose (molto forte la similitudine con ciò che accade all'Eyebolt Canyon).
Anche nei racconti "Le scorciatoie della Sig.ra Todd" e "Il Viaggio" contengono riferimenti alla Torre.

 

 

 

stephen king, cuori in atlantide, romanzoCuori in Atlantide
Il primo racconto, "Uomini bassi in soprabito giallo", potrebbe benisssimo essere un capitolo de "La Torre Nera". Narra infatti della fuga di Ted Brautigan daal Devar-Toi e della sua ricattura da parte degli Uomini Bassi.

 

 

 

 

stephen king, tutto è fatidico, romanzo, raccoltaTutto è Fatidico
Al pari del precedente, anche nel racconto "Tutto è fatidico" troviamo la storia di un altro frangitore, Dinky Earnshow. Di come venga assunto dalla Trans Corporation, filiale della North Central Positronics.

 

 

 

 

stephen king, l'incendiaria, romanzoL'incendiaria
a bottega ha creato Charlie, la bimba dai poteri eccezionali protagonista della storia, ma sono proprio le persone come Charlie ad essere sfruttate dal Re Rosso per distruggere i Vettori della Torre nella Canzone di Susannah! Lo stesso nome Charlie torna in La Torre Nera III: Terre Desolate, ed indica un trenino che,benevolo nel nostro mondo, si presenta come un monorotaia assassino e malvagio nel mondo di Roland. Char, inoltre, nel linguaggio della saga, vuol dire morte.

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014