Dolores è una donna forte ( non a caso il libro è dedicato alla madre di King ) che ha lavorato duramente dall’età di sedici anni per garantire ai figli un futuro,e che ora si trova a doversi difendere dall’accusa di omicidio della donna di cui faceva la badante. Inoltre dovrà anche rispondere della morte misteriosa del marito,avvenuta anni prima durante un’eclissi solare. Il libro è costituito dalla sbobinatura della registrazione dell’autodifesa di Dolores tenuta alla stazione di polizia,senza la consueta separazione di capitoli e paragrafi : si inizia con la prima parola e si finisce con l’ultima. Niente interruzioni per il flusso travolgente delle parole di Dolores un po’ sgrammaticate( crediamo sia il romanzo in assoluto più verista di King ) ma profondamente umane ( …ed anche il più umano ). Notevolissime,da manuale, le ultime sessanta pagine con il confronto/scontro (tutto giocato sul sottile equilibrio di detto e non detto,ammiccamenti,sguardi e lunghi silenzi disagevoli ) tra Dolores ed il medico legale di origine scozzese che vuole incastrarla a tutti i costi. Il libro,con “ Il gioco di Gerald “ ,al quale è strettamente collegato, e “ Rose Madder “,fa parte di una trilogia che King ha dedicato alla figura femminile. Tullio Dobner,il traduttore storico di King,in un’intervista ha definito questo romanzo “ …un piccolo capolavoro del Novecento… “ e non possiamo che concordare pienamente : Il libro/capolavoro perfetto.

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014