In questo secondo episodio dell’epopea, il lettore ritrova lo stile di scrittura usuale di un King in splendida forma,e la narrazione entra nel vivo con una serie concitata di eventi ed una storia avvincente e perfettamente congegnata,anche se si perdono completamente ( ahime’ ) l’atmosfera rarefatta e lo stile aulico del primo volume. Il protagonista ( il pistolero ) accede,grazie a delle porte dimensionali,alla New York del nostro mondo in tre tempi diversi per arruolare due dei componenti del gruppo che lo accompagnera’ nella lunga e perigliosa ricerca della Torre Nera,perno di tutti gli universi e dimensioni. Solo un genio come King poteva avere il coraggio di presentare in un’ epica western/fantasy due reietti,un eroinomane ed una donna di colore disabile, psicotica dalle personalita’ alternanti ( una delle quali molto pericolosa ), a dimostrare che nelle pieghe della miseria umana risiedono sempre eccellenti capacita’ ( difatti i due diverranno pistoleri grazie alle loro qualita’ celate). Fedele al suo Verismo assoluto,anche se impegnato a scrivere la sua Opera Magna,King usa un frasario spesso pesante e scurrile ( un altro aspetto che puo’ far storcere il naso ai puristi, ma assolutamente appropriato nel contesto ) e sovente fa capolino Richard Bachman con tutta la pirotecnicita’ della sua crudezza. Inoltre King sperimenta con successo anche forme nuove ed alternative di scrittura,come ad esempio a pag. 64 dove le prime 9 righe presentano numerose ripetizioni che danno ai periodi un ritmo tutto particolare,e pagg. 161/63 dove troviamo solo virgole, senza punti a spezzare il periodo,a dare un ritmo concitato alle rimembranze della donna disabile. Un ottimo proseguo della saga,e se anche i volumi successivi mantenessero lo stesso livello qualitativo,allora potremmo parlare gia’ da ora,senza tema di smentita, di una Magnus Opera capolavoro.

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014