Rose è una giovane donna che trova il coraggio di sfuggire al marito violento, dopo 14 anni di orrori,in una città lontana dove si ricostruirà una vita e troverà anche un nuovo amore premuroso e gentile ( forse eccessivamente,nella descrizione che ne dà King ). Ma il marito è sulle sue tracce… Questa è in sintesi la trama di questo gran bel romanzo che và a concludere la trilogia che King ha dedicato all’universo femminile,insieme con “ Il gioco di Gerald “ e “ Dolores Claiborne “ ,pur essendo il minore dei tre. Sono tratteggiati minuziosamente i caratteri dei due protagonisti : lei terrorizzata dalla nuova vita fuori dalle “ sicure “ mura domestiche e che lentamente troverà la sua indipendenza,e lui psicopatico poliziotto con una carica di violenza che risale a problematiche dell’infanzia e che lo condurrà alla pazzia totale. C’è anche un excursus nella mitologia greca fatto con garbo ed intelligenza ( cosa più unica che rara per uno scrittore d’oltreoceano ),riguardo un quadro ed il suo “ mondo “ ,che la protagonista acquista da un rigattiere. Un ottimo romanzo,anche se lentissimo ( le numerosissime ed affascinanti descrizioni psicologiche,soprattutto quelle riguardanti il marito,anche se assolutamente necessarie all’economia del tessuto narrativo,rallentano inevitabilmente il ritmo dell’azione ) ed anche se,ripetiamo,mostra il passo agli altri due della trilogia, di gran lunga superiori. In ogni caso,rimane un romanzo assolutamente da leggere.

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014