Ottima raccolta di quattordici racconti,distante anni luce da ´´A volte ritornano´´,sia temporalmente che come stile e valore.
Qui la durata media di un racconto si aggira sulle trenta pagine,dando al Re la possibilita’ narrativa di immergerci maggiormente nell’atmosfera della storia,contro le dieci/dodici di ´´A volte ritornano´´.
In ´´Tutto e’ fatidico´´ ci troviamo di fronte un King piu’ maturo e psicologico,dove l’horror classico e’ solo un pretesto/cornice per descrivere gli orrori della vita reale come la poverta’ e le crisi delle relazioni interpersonali,tanto per citarne alcuni.
L’unica storia che mi ha lasciato un po’ perplesso e’ ´´L’uomo vestito di nero´´,che per usare le parole stesse dello scrittore si riduce ad ´´un banale racconto folcloristico scritto in uno stile alquanto piatto´´.
Spiccano su tutti,a mio avviso,due perle letterarie : ´´Tutto cio’ che ami ti sara’ portato via´´,che descrive la ricchezza misconosciuta delle scritte nei bagni dei Motel, e ´´La morte di Jack Hamilton´´,una cronaca avvincente, basata su fatti reali,di una fuga nell’epoca del proibizionismo del celeberrimo Dillinger ( sicuramente una tematica per King inusuale ).
Condisce il tutto una meravigliosa introduzione sull’arte quasi perduta del racconto,che come al solito vale gia’ da sola tutto il libro.
Pieni voti.

Scarica App

Inquadra il QR Code e scarica l'app per essere sempre aggiornato sul mondo di Stephen King.

 

 

qr code without logo

 

La Torre Nera - Stephen King Copyright © 2009-2014